DOMICILIARITÀ | L’impegno di Assiste nell’emergenza COVID-19

La centralità della persona nell’ambito dell’assistenza domiciliare è il cardine attorno al quale si pensa, progetta, sviluppa e implementa il piano di interventi personalizzati sulla specificità dei bisogni dell’utente. Alla stregua di tutti i servizi alla persona, l’assistenza domiciliare ha per questo acquisito una valenza ancora più importante nel corso di queste settimane di distanziamento e isolamento generalizzato.

L’impegno di tutti gli operatori è costante nel mantenere la stessa tipologia e frequenza di interventi per tutti gli utenti seguiti continuando a tutelare, nel rispetto delle disposizioni di sicurezza vigenti, tutte le abitudini e routine fondamentali per il benessere e la serenità degli assistiti. In un momento di grande emergenza che ha imposto a tutti di diradare o sospendere le relazioni sociali, anche familiari, la preziosa presenza degli operatori di assistenza domiciliare consente di preservare le persone già fragili dal trauma ulteriore di un cambiamento radicale delle attività più basilari e per questo particolarmente destabilizzante per la loro quotidianità.

Con attenzione e sensibilità ogni operatore porta avanti un importante lavoro di relazione accompagnando le persone assistite in un percorso emotivo individuale di gestione di questa emergenza. È indubbia, infatti, l’esistenza di una molteplicità di sentimenti e approcci a questo particolare momento, tutti connessi a peculiarità caratteriali e percorsi di vita: dal timore paralizzante che spinge alcuni utenti ad isolarsi ancora di più, a insolite posizioni negazioniste che portano l’operatore a elaborare argomentazioni alternative per indurre la persona a restare in casa.

È doveroso, ancor più in questi giorni, evidenziare l’abnegazione di tutti i nostri operatori dell’assistenza domiciliare che con grande senso di responsabilità e professionalità stanno portando avanti un impegno sul campo di incredibile valore.” spiega Carla Stillavato, presidente di Assiste “Sono il punto di riferimento di tanti utenti, persone fragili che questa emergenza ha isolato ancora di più, andando a minare la stabilità della loro comfort zone. Sono il punto di riferimento dei familiari che, impossibilitati a prendersi cura dei propri cari, hanno la necessità di essere costantemente rassicurati e sapere che sono assistiti e supportati.

Il messaggio è semplice: i tuoi cari non sono soli, ci sono gli operatori dell’assistenza domiciliare.